Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Essere Catari oggi
04-04-2011, 08:37 PM
Messaggio: #1
Essere Catari oggi
Riporto qui un articolo pubblicato da me circa due anni e mezzo fa.

Sono passati circa settecento anni da quando la prigione carnale dell'ultimo Cataro, Belibasta, andò incontrò alla sua morte. Da quel momento si è detto che, causa la totale scomparsa, presunta o reale che fosse, dei "legittimi" portatori del Fuoco dello Spirito Santo, il Catarismo terminò per sempre di esistere in questo piano materiale.
In questi settecento anni di silenzio, nessuna voce si è mai alzata dal coro, nessuno degli ipotetici sopravvisuti ha mai confermato la propria esistenza. Nessuno (escludendo Doinel che avrebbe ricevuto il Consolamentum via lo spirito disincarnato di un cataro, Guilhabert de Castres). Neppure in quest'epoca dove, perlomeno qui in occidente, non si finisce più sul rogo per aver professato una religione che non sia quella dominante. E questo nonostante le ricerche compiute. Senza considerare il fatto che ci deterrebbe tale grazia avrebbe l'obbligo morale di dichiararsi al mondo, senza alcun tentennamento di sorta.
Quindi le soluzioni sono due: la crociata e l'inquisizione hanno sterminato tutti i Perfetti, oppure qualcuno c'è ancora (cosa di cui dubito fortemente), ma si nasconde ancora nonostante non ce ne sia più motivo, contravvenendo pertanto al divino piano di salvezza, e commettendo gravissima colpa ed infliggendo enormi danni nei confronti di chi quella salvezza muore richiedendola, condannandolo ad una nuova rinascita. Se anche si trovasse in vita un perfetto ordinato secondo successione apostolica esso, trovandosi in tale stato di enorme peccato, vederebbe il proprio battesimo valer meno di quello cattolico.
infatti, qui non si tratta più, come a volte succedeva in quel passato, di rendere vano un Consolamentum se un buon uomo è caduto in effusioni con una donna. Qui si tratta di negare deliberatamente la salvezza a chi la chiede. E questo è davvero gravissimo. Sempre ovviamente che qualche Perfetto sia ancora presente. Ma non voglio e non posso credere che un Buon Uomo si macchierebbe di tale infamia.
Come forse si ricorderà chi mi legge e mi conosce, è sin da bambino che sento l'esigenza di ristabilire un contatto con Dio, e di salvarmi. Ho passato diversi anni, nonostante la mia giovane età, a pregare e meditare in monasteri di varie confessioni, ed anche in un eremo del veronese. Sempre alla ricerca di una verità che ancora mi si teneva celata.
Desideravo ardentemente raggiungere la mia meta, confidando nella Provvidenza che mi permettesse di realizzarmi completamente. Ben sapendo che, data la fragilità della nostra condizione terrena, sarebbe stato imprudente semplicemente rimanere in speranzosa attesa che qualche Buon Uomo si dichiarasse. La vita può finire da un momento all'altro, e mai avrei accettato di correre il rischio di cadere in una nuova rinascita.
E poi, finalmente, dopo che già avevo abbandonato i miei pellegrinaggi nei centri religiosi di questo mondo, mi successe qualcosa che mai avrei pensato di poter esserne degno. Fu quando le mie preghiere ed implorazioni iniziarono a bagnarsi di amare lacrime. Avrei dato e rinunciato a qualsiasi cosa, qualsiasi, pur di salvarmi da questo inferno. Ed ecco che, una mattina, vidi con miei occhi qualcosa di diverso in me: un filo d'argento, simile ad un cordone ombelicale, dipartiva da me fino a raggiungere un punto indefinito dell'oltremondo. Capii che cosa era successo, e vidi con gioia che, dall'altro capo di quel legame, si teneva l'altra parte di me, il mio Spirito. Era finalmente fatta.
Essere Catari oggi è possibilissimo. Ed è altrettanto possibile ricostruire la Chiesa a partire dal finalmente ritrovato Consolamentum. Ora spetta soltanto a voi. Fatelo per amore di Cristo, e per la vostra salvezza. Non crogiolatevi più nel dolore, ma accogliete la nuova ed eterna vita!
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-04-2011, 09:04 PM
Messaggio: #2
RE: Essere Catari oggi
A questo proposito vi è ulteriore materiale di riferimento al seguente link: http://www.chiesa-catara.org/Il%20Catarismo%20oggi.html
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Torna all'inizio della paginaTorna al contenuto