Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Valentino gnostico e platonico. Il valentinianesimo della «Grande notizia» di Ireneo
12-04-2015, 09:22 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-04-2015 09:23 PM da Logos.)
Messaggio: #1
Valentino gnostico e platonico. Il valentinianesimo della «Grande notizia» di Ireneo
Segnalo questo secondo libro sul valentinianesimo.
Chiedo gentilmente a Padre Simone ed agli altri fratelli e sorelle del forum un parere su quest'opera.

Sotto riporto una breve presentazione del libro:

Nella direzione di una rivalutazione critica delle testimonianze degli eresiologi cristiani sullo Gnosticismo, l'autore ricostruisce la dottrina gnostica di Valentino e di alcuni suoi continuatori, offrendo un'ampia ed articolata analisi storico-religiosa di una delle più importanti e problematiche fonti indirette valentiniane, la "Grande Notizia", cioè i primi otto capitoli dell' "Adversus Haereses" di Ireneo di Lione. Di essa restituisce per la prima volta il testo originale greco, trasmesso da Epifanio e finora filologicamente subordinato all'antica traduzione latina. A supporto, in forma sinottica, è posta la versione fornita per lunghi tratti dall'"Adversus Valentinianos" di Tertulliano. Lo studio delle modalità di composizione ha permesso di individuare il ricorso ad una sorta di tecnica "ad intarsio", che rende difficile una netta distinzione tra le fonti. Alcune di esse, risalenti al periodo romano di Ireneo (153-170 circa), sono costituite dalla più antica interpretazione del "Prologo" del Vangelo di Giovanni e da un testo utilizzato anche da Clemente di Alessandria per gli "Excerpta ex Theodoto". La nascita e la diffusione della dottrina di Valentino sono collocate all'interno di una fase particolarmente complessa dello sviluppo del primo Cristianesimo: attorno alla metà del II secolo, infatti, a Roma nell'ambito della Grande Chiesa si andava articolando la distinzione fra eresia e ortodossia. Prefazione di Giulia Sfameni Gasparro.

http://www.ibs.it/code/9788834320594/chi...onico.html


Allegati Anteprime
   
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-04-2015, 11:17 PM
Messaggio: #2
RE: Valentino gnostico e platonico. Il valentinianesimo della «Grande notizia» di Ireneo
Grazie carissimo per questa segnalazione. Valentino è stato uno dei maggiori maestri gnostici, e merita senz'altro un approfondimento della sua dottrina. Di certo, è un peccato che essa sia stata quasi esclusivamente diffusa da chi lo combatteva. E' più che probabile che il suo pensiero sia stato storpiato e impoverito. Però, la fortuna, o meglio il merito di noi gnostici, è di sapere, e di avere a coscienza che, per quanto i macellai della storia si siano impegnati a oscurare la verità, a bruciarla,
e a sotterrarla, essa rimane in un luogo inaccessibile agli ilici, e ritorna a noi ogniqualvolta la richiediamo al nostro Padre Celeste, affinché ci aiuta a conseguire il ritorno a Lui.

Un abbraccio in Spirito,
Simone
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-04-2015, 10:39 AM
Messaggio: #3
RE: Valentino gnostico e platonico. Il valentinianesimo della «Grande notizia» di Ireneo
Valentino è stato uno studioso della fede che ha cercato di approfondire le domande che nascevano dal risvegliarsi del suo spirito sosito dalla ortodossia romana e per questo fu molto combattuto.
Tertulliano scrisse anche un testo "Adversus Valentinianos" contro la sua fede.
La sua dottrina si avvicina alla dottrina dei Buoni Uomini nel punto in cui capisce che in ognuno di noi si trova la scintilla divina, la vive addormentata nel nostro corpo e che solo il percorso alla conoscenza, endensensa del bé, può risvegliarla e schiarire con la sua luce la nostra mente e permetterci di liberarci dalla prigione di carne in cui siamo rinchiusi.
Anche lui era arrivato al punto di comprendere che questo mondo non è stato creato dall’unico vero Dio ma da un falso dio anche se aveva una spiegazione della creazione che era un miscuglio tra paganesimo e giudaismo ed è a questo punto che si distanzia dalla nostra dottrina.
Un saluto in Spirito.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Torna all'inizio della paginaTorna al contenuto